ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vertice Ue, urge far ripartire l'occupazione e la crescita

Lettura in corso:

Vertice Ue, urge far ripartire l'occupazione e la crescita

Dimensioni di testo Aa Aa

Come conciliare rigore e crescita. Questo il dilemma al centro del summit tra i 27 leader europei oggi a Bruxelles. Obiettivo della giornata, l’approvazione del patto fiscale. A prevalere, fino ad ora, la linea tedesca. Angela Merkel, vera star di questo summit, ha mantenuto ferma la propria posizione. Prima il rigore, poi la crescita.

Non la pensa così il leader dei liberal democratici al Parlamento Ue, Guy Verhofstadt: -Non arriveremo a nessuna soluzione di questa crisi, perchè si parla solo di disciplina fiscale. Se vogliamo risolvere la crisi dobbiamo parlare di solidarietà, come poter mutualizzare il debito e come abbassare i tassi d’interessi.

I 27 Stati membri, devono dunque dar prova di volersi impegnare davvero nell’ approntare politiche rigorose di gestione del bilancio.

Per quanto non si sia ancora giunti a un accordo sulla dotazione finale del fondo salvastati permanente, rimane valida la regola secondo la quale potrà beneficiarvi solo chi sottoscrive il nuovo patto fiscale.

Il Presidente dell’Eurogruppo

Claude Juncker:- Vorrei che dopo questo summit si capisse che se è vero che l’Europa non ha altra scelta se non consolidare le proprie finanze pubbliche, deve anche dirigere i suoi sforzi sempre di più verso la crescita e il lavoro-.

Con una disoccupazione giunta a livelli preoccupanti, si parla di circa 23 milioni di persone- il 10% del totale della forza lavoro, l’Europa ha bisogno di trovare le giuste misure per ripartire e tornare competitiva.