ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Senegal: l'opposizione si mobilita e dichiara la resistenza contro il Presidente Wade

Lettura in corso:

Senegal: l'opposizione si mobilita e dichiara la resistenza contro il Presidente Wade

Dimensioni di testo Aa Aa

L’opposizione senegalese si mobilita e dichiara la resistenza contro il Presidente Wade, nonostante la convalida della sua candidatura da parte del Consiglio Costituzionale che ha scatenato la violenza in varie città del Paese la scorsa notte.

“Invitiamo la popolazione a organizzarsi e mobilitarsi per affrontare Wade. La lotta è appena iniziata” ha detto il portavoce dell’opposizione.

Uno degli sfidanti più insidiosi per il Capo di Stato ottantacinquenne, il cantante Youssou Ndour, è stato escluso delle presidenziali di febbraio. Ieri ha denunciato di aver subito minacce fisiche. Non ho mai incitato alla violenza, ma devo costatare che non controllo più i miei militanti, ha dichiarato ieri dopo i disordini. Il Presidente uscente Abdoulaye Wade, al potere da 12 anni, ha lanciato un appello alla calma:

“Fermiamo le violenze, smettiamola con le minacce e comportiamoci come cittadini di quel grande Paese che è il Senegal” ha detto.

Secondo l’opposizione del Movimento del 23 giugno, decine di militanti e responsabili politici sono stati arrestati in tutto il Paese. Tra questi il coordinatore del gruppo Alioune Tine, militante per i diritti umani. Le elezioni sono previste per il 26 febbraio prossimo.