ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Concordia: raggiunto accordo sui risarcimenti ai superstiti

Lettura in corso:

Concordia: raggiunto accordo sui risarcimenti ai superstiti

Dimensioni di testo Aa Aa

Undicimila euro per ogni passeggero uscito indenne dal naufragio, più circa tremila a testa per il rimborso delle spese: è l’accordo raggiunto tra Costa crociere e le principali associazioni dei consumatori, quelle raggruppate nel Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti.   I negoziati si sono svolti nella sede della ASTOI, l’associazione delle agenzie di viaggio:
 
“È stata una trattativa molto complessa, anche perché questo riguarda tutti i passeggeri  che erano di sessantuno differenti nazionalità.   Si è cercato quindi di capire quali potevano essere i parametri di indennizzo dei vari Paesi, soprattutto quelli comunitari, e quindi valutarli, e poi cercare di applicarli in maniera generosa, quindi tale da semplificare al passeggero questa decisione”
 
 
L’accordo riguarda le oltre tremila persone uscite indenni dal naufragio: per feriti e parenti delle vittime si valuteranno separatamente i risarcimenti.   All’isola del Giglio cresce intanto la preoccupazione per i danni all’economia locale, che si basa sul turismo:
 
“Per noi veramente è una cosa… ci dispiace, perché avremmo voluto salvarli tutti. Però ora nasce un’altra esigenza, un altro problema: e siamo noi, perché viviamo e lavoriamo solo di turismo.  Non abbiamo fabbriche, non abbiamo niente.”
 
 
Le operazioni di recupero del carburante della Concordia, previste a partire da domani, inizieranno con qualche ora di ritardo e potrebbero slittare a domenica.  Nessuna ipotesi può ancora essere fatta sui tempi necessari per la rimozione del relitto. Il Commissario per l’emergenza, Franco gabrielli, ha tra l’altro detto di non sapere se i cinque milioni messi a disposizione dal governo saranno sufficienti.