ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Romania: in vendita oggetti appartenuti a Ceaucescu

Lettura in corso:

Romania: in vendita oggetti appartenuti a Ceaucescu

Dimensioni di testo Aa Aa

All’asta oggi a Bucarest gli ultimi ricordi di un dittatore. Andranno al migliore offerente i regali che i capi di stato di tutto il mondo donarono a Nicolae Ceaucescu, il leader rumeno del socialismo reale, travolto dai fatti dell’89:

“La cosa più importante è che tutti questi oggetti hanno un significato storico – dice Mihail Stomff, della casa d’aste Artmark – Reppresentano un’epoca che non può essere cancellata. Ci siamo passati tutti ed è normale guardare a questo periodo come a una tappa nel cammino della Romania verso lo sviluppo”.

Fra gli oggetti più curiosi, uno yak di bronzo offerto da Mao Tse Tung, una pelle di leopardo ricevuta nel corso di un viaggio in Africa e una colomba d’argento dono dello shah di Persia.

Emblemi della cortina di ferro, il Conducator e sua moglie Elena vennero giustiziati nel giorno di Natale del 1989, in circostanze mai chiarite.

Ceaucescu lasciò un paese letteralmente alla fame e socialmente distrutto dal controllo totale esercitato dalla famigerata Securitate, polizia segreta forte di quasi un milione di agenti.