ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bimbo armeno chiamato Sarkozy dopo legge su genocidio

Lettura in corso:

Bimbo armeno chiamato Sarkozy dopo legge su genocidio

Dimensioni di testo Aa Aa

La legge contro la negazione del genocidio armeno aumenta la popolarità del presidente francese. Almeno in Armenia. Questo neonato, si chiamerà Sarkozy, in onore al celebre Nicolas, inquilino dell’Eliseo.

Un gesto originale, la cui spiegazione arriva dal papà del nuovo arrivato: “Guardavamo la televisione e si discuteva del genocidio – spiega il giovane padre – A quel tempo, Nicolas Sarkozy era favorevole al fatto che il genocidio armeno dovesse essere riconosciuto. In quel momento di dare il suo nome al mio primo figlio”.

La legge approvata dal parlamento francese fa discutere anche in Azerbaijan. Ma i toni sono opposti. Le tensioni con gli armeni sono continue e decine di manifestanti hanno voluto esprimere il loro sostegno alla Turchia, incendiando un manichino raffigurante il presidente francese. È intervenuta la polizia, ma gli agenti non hanno riservato un trattamento migliore al fantoccio di Sarkozy.

In Turchia, invece, c‘è chi prenderebbe a schiaffi il capo dell’Eliseo. L’idea è venuta ad un programmatore che ha inventato un videogame per dargli una lezione: “Non accettiamo il progetto di legge francese. Ma non possiamo fare nulla contro di esso – dice un giovane intento a giocare in un internet point – Abbiamo un gioco su internet, in cui possiamo schiaffeggiare Sarkozy. Così ci prendiamo la nostra rivincita. Lo prendiamo a schiaffi e ci divertiamo”.

Nessun incitamento alla violenza – assicurano i promotori – solo un modo per manifestare il loro disappunto.