ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo: 30.000 firme per dimissioni Cavaco Silva

Lettura in corso:

Portogallo: 30.000 firme per dimissioni Cavaco Silva

Dimensioni di testo Aa Aa

In tempo di crisi, fare attenzione alle dichiarazioni sul proprio salario o sulla propria pensione. La regola numero 1 è sfuggita in pieno al Presidente portoghese Anibal Cavaco Silva. Ieri una provocatoria manifestazione a Lisbona puntava a raccogliere aiuti per il “povero” Capo dello Stato che la scorsa settimana ha lamentato di non poter coprire le spese coi 1.300 euro al mese che avrà da Presidente in pensione. Una petizione chiede ora le sue dimissioni.

“Se anche la petizione non avesse un impatto concreto” dice il promotore Nuno Luìs Marreiros “mostrerà comunque ai nostri politici che i cittadini portoghesi cominciano a voler manifestare e a far valere le propri opinioni”.

La petizione ha raccolto quasi 30.000 firme. Le affermazioni di Cavaco Silva hanno scatenato l’indignazione, soprattutto dopo l’inchiesta del ‘Diario de Noticias’ secondo cui la sua dichiarazione 2010 era di circa 1 milione di euro. Il Portogallo, su richiesta di Unione Europea ed Fmi, ha soppresso tredicesime e quattordicesime mensilità per salari e pensioni.