ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: regime accusa Paesi arabi di complotto

Lettura in corso:

Siria: regime accusa Paesi arabi di complotto

Dimensioni di testo Aa Aa

La Siria accusa i Paesi arabi di sostenere il complotto internazionale contro Damasco. Questa la reazione del regime di Bashar al Assad all’annuncio delle monarchie del Golfo di ritirare i loro osservatori dal Paese.

Dal canto suo, la Lega araba ha fatto sapere di aver chiesto un incontro con il Segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, per presentare il suo nuovo piano di pace e chiedere il sostegno del Consiglio di Sicurezza.

La risposta siriana arriva dal ministro degli Esteri, Walid al Muallem che assicura: la repressione delle proteste di piazza continuerà. “La Lega araba prova a imporre alla Siria un avvenire diverso da quello che auspica la popolazione siriana”, ha detto al Muallem, vantando il sostegno garantito da Mosca a Damasco: “Nessuno può dubitare delle relazioni siriano-russe. La Russia non accetterà mai un intervento straniero in Siria”.

Intanto a Homs, la città martoriata da oltre dieci mesi di conflitto, la popolazione civile tenta la fuga dopo un’altra giornata di scontri tra esercito regolare e disertori che ha provocato almeno 18 vittime.

“Ci lasciamo i proiettili alle spalle – dice un anziano intento a caricare su un furgone tutto quello che gli rimane in casa – Andiamo a Damasco”.

Le sanzioni imposte dalla comunità internazionale al regime siriano hanno colpito l’economia del Paese e oggi anche la banca centrale del vicino Libano annuncia la loro applicazione.