ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Ungheria cerca di rassicurare i partner europei, ma i ministri spianano la strada alle sanzioni

Lettura in corso:

L'Ungheria cerca di rassicurare i partner europei, ma i ministri spianano la strada alle sanzioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Tournée diplomatica a Bruxelles del primo ministro ungherese Viktor Orban. Il premier ha incontrato il presidente dell’Unione europea Herman Van Rompuy e poi il presidente del Parlamento europeo Martin Schultz.

Le autorità europee hanno chiesto a Budapest di riformare urgentemente leggi considerate poco democratiche.

Viktor Orban si è difeso affermando che l’Ungheria porta avanti una politica di consolidamento: “Cerchiamo di unificare la popolazione attraverso programmi sociali e economici, non vogliamo dividere la società”.

Un appello caduto nel vuoto, perché poche ore dopo i ministri delle finanze europei hanno approvato l’apertura di una procedura di infrazione per deficit eccessivo. Commenta con amarezza il ministro delle finanze ungherese György Matolcsy: “Dobbiamo lavorare insieme alla commissione europea per migliorare il nostro bilancio e fare il possibile per riportare il budget sotto il sei per cento del PIL nel 2013”.

Raquel García, euronews: “Visto che l’Ungheria non è membro della zona euro

la commissione europea non può applicare sanzioni ma può sospendere il trasferimento dei fondi di coesione”.