ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Genocidio armeni: esulta Erevan, critiche di Ankara

Lettura in corso:

Genocidio armeni: esulta Erevan, critiche di Ankara

Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità di Erevan hanno immediatamente reagito al voto del Senato francese, definito dal Ministro degli Esteri armeno Edward Nalbandian un passo storico:

“Questa giornata resterà incisa non solo nella storia dell’amicizia tra Armenia e Francia ma anche negli annali della storia della protezione dei diritti umani in tutto il mondo e contribuirà a consolidare gli attuali meccanismi di prevenzione dei crimini contro l’umanità”.

Di segno diametralmente opposto il commento dell’ambasciatore turco in Francia secondo cui la decisione di Parigi non resterà senza conseguenze.

“Per la Turchia è un tema molto sensibile. La Turchia non accetterà mai questa decisione, questa legge. E ora tutti dovranno pagare un prezzo: la Turchia, la Francia, l’Armenia, la comunità armena, la comunità turca, sarà un danno per tutti”.

Toni altrettanto decisi riguardo la legge votata dal Senato di Parigi sono alcuni tra quelli che si potevano ascoltare ieri sera per le strade di Istanbul.

“I francesi hanno tradito i loro stessi valori. La Repubblica Turca è un grande Paese e non sarà sconfitto. In futuro i soli perdenti saranno Sarkozy e la sua squadra” dice un residente di Istanbul.