ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: no a piano Lega araba su dimissioni Assad

Lettura in corso:

Siria: no a piano Lega araba su dimissioni Assad

Dimensioni di testo Aa Aa

Il nuovo piano di pace della Lega araba per la Siria scontenta tutti. Una parte dell’opposizione lo definisce irrealizzabile e il regime di Damasco ha respinto la richiesta di dimissioni del presidente Bashar al-Assad per un governo di unità nazionale.

I ministri degli esteri dei Paesi arabi sono divisi sul futuro della missione siriana, al punto che i sauditi hanno ritirato i loro osservatori.

Il capo della missione Mohammed al-Dabi sostiene, invece, che l’iniziativa sia servita a far diminuire le violenze e che sarà più incisiva con l’invio di nuovi ispettori e mezzi. Ma da Mosca arriva la dura critica del Cremlino che parla di situazione in stallo.

Non cessano le violenze. A Homs continuano gli scontri tra forze lealiste ed l’esercito dei disertori, con almeno 5 militari uccisi nelle ultime ore, mentre a Hama l’opposizione manda in piazza migliaia di persone contro il regime per attirare l’attenzione internazionale.

Le Nazioni Unite sono però bloccate dalla minaccia di veto di Russia e Cina contro qualsiasi risoluzione. Si muove l’Unione europea con nuove sanzioni verso 22 personalità del regime di Bashar al Assad i cui beni sono stati congelati.