ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli hacker contro i siti del governo polacco

Lettura in corso:

Gli hacker contro i siti del governo polacco

Dimensioni di testo Aa Aa

Nel mirino degli hacker i siti del governo polacco: prima Anonymous, che nel week end ne ha manipolato i contenuti. Poi l’attacco dei polacchi di Underground, che ha costretto le autorità a chiudere i siti e a trasferirli su un altro server.
 
Entrambi protestano contro Varsavia, che questa settimana intende sottoscrivere l’Acta, l’accordo internazionale che protegge i diritti di proprietà intellettuale.
 
Dietro alle garanzie per la tutela del copyright, i cybernauti vedono censura e profitti a loro spese.
 
Un movimento che in mezzo mondo è insorto, dopo la chiusura di Megaupload, contro leggi e provvedimenti che in diversi paesi intendono regolare il futuro della rete su impulso statunitense.