ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Croazia verso l'Europa: governo e sondaggi per il "sì"

Lettura in corso:

Croazia verso l'Europa: governo e sondaggi per il "sì"

Dimensioni di testo Aa Aa

Sospinta da una massiccia campagna del governo, la Croazia si avvia verso un “sì” a mani basse all’ingresso nell’Unione Europea. Confortevole il margine previsto dai sondaggi, in vista del referendum di oggi: intorno al 60% i croati che nell’adesione vedono un domani di riforme e rilancio sul piano economico e sociale.

“Voto sì – spiega un’elettrice – perché voglio regalare un futuro migliore ai miei figli. Credo sia un passo fondamentale per il nostro avvenire”.

Specchio dell’investimento del governo nella campagna referendaria, la “questione di vita o di morte” con cui il Ministro degli esteri Vesna Pusic ha presentato la posta in palio.

Retorica che stenta però a fare breccia soprattutto nelle campagne, da cui in centinaia si sono ieri riversati a Zagabria, per una manifestazione in favore del “no”, degenerata in scontri con la polizia. Il “sì” che con ogni probabilità emergerà dalle urne dovrà poi comunque essere ratificato da ciascuno dei 27.