ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corsa contro il petrolio. Al Giglio pronti per il pompaggio

Lettura in corso:

Corsa contro il petrolio. Al Giglio pronti per il pompaggio

Dimensioni di testo Aa Aa

Evitare la catastrofe ecologica è l’imperativo, ma la Concordia potrebbe già aver iniziato a inquinare. Proprio mentre il Consiglio dei Ministri decretava lo stato d’emergenza, l’allarme del Ministero dell’ambiente imponeva un’accelerazione ai preparativi per il pompaggio del petrolio, ancora presente nella nave.

“Si sta procedendo a verificare le modalità con la massima urgenza – dice il Comandante della Guardia Costiera, Ilarione Dell’Anna -. Cercheremo di estrarre il carburante dai serbatoi della nave all’esterno, ovviamente in maniera protetta, attraverso delle manichette, dei grossi tubi, che lo trasferiranno su una nave cisterna”.

Prima e delicata fase sarà la perforazione dello scafo. Una volta collegati i condotti si dovrà poi scaldare il carburante per fare in modo che acquisti la fluidità necessaria a facilitarne l’aspirazione.

I mezzi della compagnia olandese incaricata del pompaggio sono già sul posto. Per il via delle operazioni si attende però anzitutto l’ufficiale stop alla ricerca dei sopravvissuti.