ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen: cortei pro e contro l'immunità a Saleh

Lettura in corso:

Yemen: cortei pro e contro l'immunità a Saleh

Dimensioni di testo Aa Aa

Furiosi per un progetto di legge che garantirebbe l’immunità al presidente Alì Abdullah Saleh, migliaia di yemeniti sono scesi in piazza nella capitale Sanaa.

Non sono mancate anche le manifestazioni a sostegno di Saleh in un paese che è sull’orlo della guerra civile dal mese di ottobre. I suoi giustificano così l’eventuale concessione dell’immunità politica:

“La legge dà garanzie complete al presidente ma non ai suoi collaboratori – dice il parlamentare del partito al governo Sultan Al Barkani – A loro vengono concesse solo garanzie politiche. Se saranno ritenuti responsabili di crimini dovranno risponderne in tribunale. Tutti i corrotti o quelli che avranno rubato o saccheggiato saranno processati”.

Saleh è tornato in Yemen dopo essersi fatto curare in Arabia Saudita le ferite subite, nell’ottobre scorso, nel corso di un attacco al palazzo presidenziale.

Si è parlato di un suo possibile esilio negli Stati Uniti, ma Washington non ha mai confermato. Lo stesso Saleh parrebbe ora volere sì recarsi negli States, ma solo per un po’.