ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa, guerra alla pirateria, chiuso Megaupload.com

Lettura in corso:

Usa, guerra alla pirateria, chiuso Megaupload.com

Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità statunitensi hanno disposto la chiusura del sito Megaupload.com, una delle più note piattaforme di hosting, con l’accusa di violazione dei diritti d’autore.

Quattro persone sono state arrestate (tra i quali il fondatore del sito), e cinquanta milioni di dollari sono stati sequestrati su conti correnti di Hong Kong, dove la società è registrata.

Contro l’iniziativa hanno immediatamente protestato i collettivi di Anonymous, i quali hanno annunciato in ritorsione, l’hackeraggio dei siti del ministero della Giustizia, della multinazionale Universal e della potente Associazione dei discografici.

Secondo l’accusa, il file sharing reso possibile da Megaupload.com avrebbe generato profitti per oltre 175 milioni di dollari, e un danno all’industria degli audiovisivi, pari a mezzo miliardo di dollari.

La chiusura di Megaupload arriva nel pieno delle polemiche per le annunciate leggi antipirateria, che hanno già sollevato le proteste di siti come Wikipedia o Google.