ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Costa Concordia: allarme mareggiate al Giglio

Lettura in corso:

Costa Concordia: allarme mareggiate al Giglio

Dimensioni di testo Aa Aa

È allarme mareggiate al Giglio, dove la ricerca dei dispersi è stata sospesa poiché la Costa Concordia si è mossa di nuovo. All’ordine del giorno del Consiglio dei ministri odierno c‘è lo stato di emergenza per l’Isola, mentre una riunione delle forze operative deve decidere il da farsi, anche alla luce delle avverse condizioni meteo: “Le previsioni sono in peggioramento, c‘è un moto ondoso, però la nave si trova in una situazione abbastanza riparata dal vento che si sta rinforzando – dice il portavoce della Guardia Costiera Cosimo Nicastro -, però la nave si è mossa quindi ora il problema è capire se la nave è stabile o meno per continuare a operare”.
 
Tra le ipotesi c‘è quella di ancoraggio della nave per impedirne l’inabissamento. A verificare la fattibilità di una simile operazione ci penserà un robot subacqueo teleguidato, inviato nel pomeriggio per analizzare il fondale marino. Il movimento della Costa Concordia impedisce non solo la ricerca degli oltre 20 dispersi, ma anche le prime operazioni in programma per lo svuotamento i serbatoi della nave.
 
Intanto fa discutere un nuovo video amatoriale nel quale un membro dello staff della Costa Crociere rassicura i passeggeri, mezz’ora prima dell’ordine di evacuazione. Sul fronte giudiziario, la Procura si prepara a presentare ricorso al Tribunale del Riesame contro la non convalida del fermo del comandante Francesco Schettino agli arresti domiciliari e sospeso dalla Costa Crociere.