ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan: la Francia non esclude ritiro anticipato

Lettura in corso:

Afghanistan: la Francia non esclude ritiro anticipato

Dimensioni di testo Aa Aa

La Francia sospende tutte le operazioni di formazione e addestramento al combattimento in Afghanistan, e non esclude un ritiro anticipato dei suoi soldati. L’annuncio arriva in seguito all’uccisione di quattro militari francesi per mano di uno afghano nell’est del Paese. Ora spetta al ministro della Difesa, Gérard Longuet, stabilire in una missione d’emergenza se le condizioni di sicurezza siano consone alla permanenza oppure no.

A Parigi, davanti al corpo diplomatico riunito all’Eliseo, Nicolas Sarkozy ha detto: “Noi siamo amici degli afghani, siamo alleati degli afghani – ha detto il Presidente -. Ma non posso accettare che soldati afghani colpiscano soldati francesi”.

L’attacco – che ha provocato anche una decina di feriti – porta a oltre ottanta il numero dei morti del contingente francese dal 2001. Attualmente composto da poco meno di quattromila militari, dovrebbe completare il ritiro entro il 2014, ma quest’ultimo episodio potrebbe cambiare i piani.