ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scaldati da vodka e fede. Il bagno sotto zero dei fedeli russi

Lettura in corso:

Scaldati da vodka e fede. Il bagno sotto zero dei fedeli russi

Dimensioni di testo Aa Aa

Un segno della croce e via. Scaldati dalla sola fede, migliaia di russi hanno sfidato acque ghiacciate e temperature ampiamente sotto lo zero, per celebrare così l’epifania ortodossa.

Inquadrati da un imponente servizio d’ordine, nella sola Mosca sono stati circa 60.000 a lanciarsi nel “bagno purificatore”, che ricorda il battesimo di Gesù.

Una tradizione religiosa negli anni virata al folclore, ma che non manca di fare sempre nuovi e sempre più giovani proseliti.

Tra loro una bambina, che nonostante la giovane età è già quasi una veterana. Alla sua terza volta, si dice entusiasta e niente affatto scoraggiata dalla temperatura dell’acqua.

Una soddisfazione che sembra condivisa dai tanti coraggiosi che tornano a bagnarsi o che lo fanno per la prima volta.

L’appuntamento è divenuto immancabile anche per i bardatissimi agenti mobilitati per l’occasione. Per farsi coraggio pare infatti che in sempre più contravvengano alle raccomandazioni dei medici, innaffiando l’esperienza con fiumi di vodka.