ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marcia a Istanbul in memoria del giornalista Dink

Lettura in corso:

Marcia a Istanbul in memoria del giornalista Dink

Dimensioni di testo Aa Aa

Una marcia a Istanbul per ricordare Hrant Dink, giornalista turco e armeno, assassinato cinque anni fa.

Quaranta mila persone, venti mila secondo la polizia, in piazza per dire la propria rabbia contro il verdetto che ha appena chiuso il lungo processo, escludendo la pista del crimine organizzato.

“La sentenza ha sconvolto tutti”, spiega il giornalista Engin Bas, “Ma dopo tanto tempo, nessuno sarebbe soddisfatto anche se venisse respinta dalla Corte suprema, cosa che dovrebbe comunque accadere”.

“Abbiamo intenzione di ricorrere in corte d’appello”, annuncia il legale della famiglia Dink, Arzu Becerik, “inoltre, quando sarà il momento, ci rivolgeremo al Tribunale Internazionale dei Diritti Umani”.

Il Killer ,allora adolescente, è stato condannato a 21 anni lo scorso giugno. Ora il carcere a vita per il mandante, assolti gli altri 18 imputati dalle accuse di appartenere ad un’organizzazione terroristica armata.

“Gli amici di Hrant insieme a coloro che chiedono giustizia hanno concluso la loro marcia nel luogo in cui lui fu ucciso”, commenta da Istanbul Bora Bayraktar di euronews, “Il messaggi oè chiaro: non ci fermeremo”.