ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: calano i tassi dei titoli di Stato

Lettura in corso:

Francia: calano i tassi dei titoli di Stato

Dimensioni di testo Aa Aa

La Francia colloca 8 miliardi di euro in obbligazioni nella prima asta di debito a lungo termine dopo il taglio della tripla A da parte di Standard & Poor’s. I rendimenti dei titoli di Stato francesi sono tutti in calo, mentre la domanda oscilla tra due e tre volte l’offerta. La decisione di S&P era da tempo nell’aria. Forse è per questo che l’impatto non è stato così pesante.

“Penso che i mercati – spiega l’analista Gregory Moore di Montsegur Finance – abbiano anticipato il downgrade del rating francese da parte di questa agenzia. Ma al momento non sembra che la Francia venga vista come un cattivo alunno dato che può collocare titoli con tassi che sono inferiori ai livelli di quelli collocati 15 giorni fa”.

Da Lione, intanto, dopo aver pesantemente criticato Standard & Poor’s, il presidente Nicolas Sarkozy parla dell’assoluta necessità di rimettere in ordine i conti pubblici.

“Non è quello che dicono le agenzie ciò che conta. Non sono le agenzie che fanno le politiche dello Stato. Ciò che conta è che noi abbiamo troppi debiti, un deficit troppo alto, troppe spese. Occorre ridurre queste spese, questo indebitamento e questo deficit”.

Il capo dell’Eliseo ha anche ribadito che una tassa sulle transazioni finanziarie è indispensabile e ha garantito che la Francia sarà il primo Paese a introdurla facendo da apripista al resto d’Europa e agli Stati Uniti. Una mossa che potrebbe far salire Sarko nei consensi, a tre mesi dalle presidenziali.