ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Allarme petrolio e dispersi. Rebus maltempo al Giglio

Lettura in corso:

Allarme petrolio e dispersi. Rebus maltempo al Giglio

Dimensioni di testo Aa Aa

Le avverse condizioni meteo costringono a interrompere le ricerche dei dispersi e rinviano l’atteso pompaggio del carburante dai serbatoi della Costa Concordia.

La ditta olandese incaricata dell’operazione si è detta pronta ad aspirare il petrolio che minaccia le acque dell’Isola del Giglio. Per il via si attende però l’ufficiale stop delle operazioni di soccorso.

Uno slittamento che fa sempre più temere la catastrofe ecologica. “Si sta facendo una corsa contro il tempo – dice il direttore delle politiche ambientali di WWF Italia, Gaetano Benedetto -. Non si comincerà a svuotare i serbatoi della nave che quando saranno completate le ispezioni per la verifica della presenza di altri, eventuali passeggeri o membri dell’equipaggio”.

Mare mosso e venti forti previsti da giovedì lasciano presagire una prolungata sospensione delle ricerche. Col passare dei giorni, si consolida intanto il timore che alle 11 vittime finiscano per aggiungersi anche gli oltre venti dispersi.

Leggi anche- Crociere: in caso di incidente evacuazione difficile