ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kazakhstan: Osce, elezioni non rispettano principi democratici

Lettura in corso:

Kazakhstan: Osce, elezioni non rispettano principi democratici

Dimensioni di testo Aa Aa

La vittoria schiacciante di Nursultan Nazarbayev in Kazakhstan contestata dall’Osce e dall’opposizione interna. Il partito del presidente, che da vent’anni è alla guida del Paese, controlla il parlamento con oltre 80 per cento dei voti.

Le legislative non hanno rispettato i principi fondamentali di un’elezione democratica, ha concluso la missione Osce.

“Purtroppo il voto si è svolto in un contesto fortemente controllato, nel quale i diritti elettorali dei cittadini sono stati gravemente limitati”, afferma il capo degli osservatori Miklos Haraszti.

Solo altri due partiti hanno superato la soglia di sbarramento del 7 per cento, ma sono considerati vicini a Nazarbayev. I socialdemocratici, che raccolgono solo l’1,6 per cento, denunciano brogli e convocano una manifestazione per martedì ad Astana.

“In mattinata ai nostri rappresentanti di partito è stato vietato l’accesso alle commissioni elettorali, fino al pomeriggio”, dice Bulat Abilov, co-presidente del partito, “per cui non hanno potuto lavorare, visto che la manipolazione delle schede è cominciata in mattinata”.

Nazarbayev ha anticipato le elezioni anche in seguito alle proteste dei lavoratori del settore petrolifero licenziati, che il mese scorso si sono scontrati con la polizia a Zhanaozen, 16 persone hanno perso la vita e oltre un centinaio sono rimaste ferite.