ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nicolas Sarkozy rompe il silenzio

Lettura in corso:

Nicolas Sarkozy rompe il silenzio

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente francese approfitta di una domenica di omaggio a uno dei padri fondatori della V Repubblica per fare appello alla calma dopo il declassamento della Francia da parte dell’agenzia di rating Standard & Poor’s. L’esagono venerdì ha perso le tre AAA, scendendo di un gradino nel merito di credito.

“La crisi finanziaria è un test. E come tale bisogna affrontarla, bisogna resitere e combatterla. Bisogna dar prova di coraggio e di sangue freddo. Non si risponde a una crisi di questa portata con l’agitazione, la perdita di controllo e la polemica”.

A meno di cento giorni dalle presidenziali, il candidato del Partito Socialista François Hollande accusa Sarkozy di aver perso la battaglia sul rating della Francia:

“Preferisco che si facciano le riforme strutturali indispensabili all’inizio, per distribuire le ricchezze alla fine, il che ci eviterà di passare attraverso quello che purtroppo stiamo vivendo in questo momento, cinque anni in cui si è distribuito ai più ricchi all’inizio in cui si chiede a tutti, anche ai più modesti, di fare uno sforzo alla fine”.

Sarkozy incontrerà le parti sociali il 18 gennaio per presentare loro il suo ambizioso pacchetto di riforme e giungere a una sorta di accordo prima della presentazione ufficiale del piano di austerity. Riforme che intende far votare prima delle presidenziali.