ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alta tensione al confine Kosovo-Serbia

Lettura in corso:

Alta tensione al confine Kosovo-Serbia

Dimensioni di testo Aa Aa

La tensione torna alta in Kosovo, al confine con la Serbia. Centinaia di manifestanti di etnia albanese appartenenti al movimento di auto-determinazione hanno bloccato due posti di frontiera per impedire l’accesso di merci serbe. Ci sono stati violenti scontri con la polizia, terminati con circa 150 arresti. Più di 50 i feriti, tra cui una trentina di agenti.

La polizia ha dovuto istituire un cordone di sicurezza intorno al valico di Podujevo per garantire il traffico transfrontaliero.

“Penso che il popolo del Kosovo voglia reciprocità – dice il leader del movimento Albin Kurti -, il Parlamento kosovaro ha deciso per la piena reciprocità, politica, economica e commerciale, con la Serbia. E più ci comportiamo bene con i serbi, più la situazione peggiora”.

Il movimento di autodeterminazione ha per obiettivo l’unificazione del Kosovo con l’Albania. Il governo di Pristina ha stigmatizzato il blocco dei posti di frontiera.