ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Polonia: legge marziale del 1981, condannato ex ministro Interno

Lettura in corso:

Polonia: legge marziale del 1981, condannato ex ministro Interno

Dimensioni di testo Aa Aa

“Assassini, tutti in Bielorussia”: tra le proteste in aula, in Polonia l’ex braccio destro del generale Jaruzelski è stato condannato a due anni e mezzo con la condizionale per aver contribuito a instaurare la legge marziale nel 1981.

Dopo tre anni di processo, l’ex ministro dell’Interno, Czeslaw Kiszczak, 86 anni, assente durante la lettura della sentenza, è stato ritenuto colpevole di crimine comunista e partecipazione a un’associazione armata a carattere delittuoso.

Il procedimento contro Jaruzelski è stato invece sospeso lo scorso luglio, per motivi di salute. Il 13 dicembre del 1981 aveva proclamato l’instaurazione dello stato di guerra.

Durò un anno e mezzo durante il quale fu represso il movimento Solidarnosc, il primo sindacato indipendente del mondo comunista. Migliaia di attivisti finirono in prigione, un centinaio persero la vita.