ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Bce fa i conti con l'incertezza economica, invariati i tassi

Lettura in corso:

La Bce fa i conti con l'incertezza economica, invariati i tassi

Dimensioni di testo Aa Aa

La Banca centrale europea conferma il suo ruolo nella crisi che ha colpito l’Eurozona. Indipendenza e rigore sono i punti cardine di una politica che punta a gestire l’incertezza della congiuntura economica.

Nella prima riunione dell’anno l’istituto europeo ha lasciato invariati i tassi di interesse fissati a dicembre scorso all’1%.

Mario Draghi, presidente Banca centrale europea:

“Le tensioni finanziarie continuano a danneggiare l’attività economica dell’Eurozona, mentre, in base ad alcuni recenti indicatori, ci sono dei timidi segnali di debole stabilizzazione dell’attività. La prospettiva economica resta soggetta all’incertezza e al rischio contrazione”.

Il costo del denaro è ai livelli del 2009, i più bassi mai raggiunti dall’avvio della moneta unica europea. Negli ultimi sei mesi i tassi di interesse sono stati tagliati di mezzo punto percentuale.

La principale preoccupazione dell’istituto di Francoforte è legata al moderato ritmo di crescita dell’area euro, anche perché l’inflazione è sotto controllo. Non è previsto un aumento dei prezzi al di sopra del 2% per tutto il 2012.