ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Guantanamo: proteste a Washington

Lettura in corso:

Guantanamo: proteste a Washington

Dimensioni di testo Aa Aa

Da Berlino a Bruxelles le proteste contro la prigione americana di Guantanamo a 10 anni dalla sua apertura si sono moltiplicate. Ma qui, a Washington, davanti alla Casa Bianca, assumono un significato ancora più forte. Tra i manifestanti ha preso la parola una donna il cui figlio è morto negli attentati dell’11 settembre.

“Oggi, da madre che in quel giorno terribile ha perso un figlio, chiedo che l’ingiustizia di Guantamo finisca”.

“Vogliamo mandare un messaggio chiaro e forte alla Casa Bianca, alla Corte Suprema e al Campidoglio” dice una manifestante. “Guantanamo viola ogni legge internazionale. Quel carcere è illegale e bisogna fare in modo di chiuderlo”.

La base americana di Guantanamo, a Cuba, continua ad essere un luogo dove i diritti umani sono sospesi. Nonostante la promessa di Obama di chiuderla. Aperta 4 mesi dopo gli attentati dell’11 settembre, ha ospitato 779 presunti terroristi. 171 sono ancora lì. Soltanto 6 sono stati processati davanti a tribunali militari.