ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

'Occupy' New Hampshire

Lettura in corso:

'Occupy' New Hampshire

Dimensioni di testo Aa Aa

La febbre elettorale colpisce molti in New Hampshire. Ma non tutti. Nel centro di Manchester gli attivisti del movimento ‘Occupy’ partito da Wall Street e che denuncia lo strapotere dei mercati finanziari, hanno installato un campo a Veteran’s Park. I repubblicani sono al centro della loro critica, considerati i maggiori responsabili dell’ingiustizia sociale che, a loro vedere, è il grande problema americano di oggi.

“I candidati sono una massa di ricchi bianchi al potere” taglia corto Wendy. “Non hanno nemmeno idea di come vive il 99% della gente”.

Mitt Romney è il bersaglio perfetto: il candidato favorito, multimilionario, è l’esempio eclatante dell’1% della popolazione al potere. Ma i militanti non risparmiano nemmeno i democratici:

“Obama e i democratici hanno guidato il persistente declino degli standar delle condizioni di lavoro, continuano a regalare soldi a quelli che la crisi l’hanno creata, ai capitalisti che hanno comunque già troppo”.

E’ poco probabile che ‘Occupy’ possa influenzare le primarie ma il movimento è riuscito a far parlare di sè: in New Hampshire ha fatto piazza pulita nei notiziari spazzando via il Tea Party.