ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nuova Zelanda: ancora rischioso raggiungere il cargo Rena

Lettura in corso:

Nuova Zelanda: ancora rischioso raggiungere il cargo Rena

Dimensioni di testo Aa Aa

Il mare grosso impedisce ai soccorritori di raggiungere il cargo Rena naufragato in Nuova Zelanda tre mesi fa e spezzatosi in due, domenica scorsa.

Onde di tre metri si infrangono contro l’imbarcazione al largo di Tauranga, la poppa è ormai sott’acqua, mentre la prua è ancora incagliata nella barriera corallina.

“E’ considerato ancora troppo rischioso immergersi nel relitto”, dice il capo dell’unità di salvataggio, David Billington. Per ovvi motivi deve esserci un grande ammasso di acciaio divelto”.

Un sistema di protezione è stato posto attorno all’estuario di Maketu per evitare che altro petrolio possa contaminare l’ecosistema. Intanto sono stati recuperati una trentina di container dispersi in mare, mentre più di 800 sono ancora a bordo della nave incagliata.

La società greca che ne è proprietaria non ha ancora risposto alle autorità che chiedono il pagamento dell’intero costo del disastro.