ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sarajevo: mancano i soldi, chiudono i musei

Lettura in corso:

Sarajevo: mancano i soldi, chiudono i musei

Dimensioni di testo Aa Aa

È sopravvissuto al crollo dell’impero austroungarico, a due guerre mondiali e alla fine della Yugoslavia.

Ma ora il museo nazionale di Sarajevo, oberato di debiti e a corto di finanziamenti, rischia di chiudere dopo quasi 125 anni di storia, per una lite tra serbi, croati e musulmani. Poco prima hanno chiuso i batenti la Galleria nazionale e il Museo di storia.

“Se saremo costretti a chiudere “, spiega il direttore generale della struttura, Adnan Busuladzic”, chiederemo alla polizia locale di occuparsi della sicurezza dell’edificio per prevenire i saccheggi. E non saremo responsabili del degrado dovuto a freddo e umidità”.

Con 3 milioni di opere e 300 mila libri, il museo è il più importante della Bosnia Erzegovina.

Altre sette istituzioni culturali sono a rischio: un sintomo, dice Busuladzic, della malattia cronica di cui soffre il paese dopo la divisione decretata dagli accordi di Dayton che nel 1995 hanno messo fine a un conflitto costato 100 mila morti.