ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Pescatori spagnoli contro Ue: "Nuovo accordo con Rabat"

Lettura in corso:

Pescatori spagnoli contro Ue: "Nuovo accordo con Rabat"

Dimensioni di testo Aa Aa

In centinaia in piazza nel sud della Spagna, per mettere il fiato sul collo all’Europa e tornare a pescare nelle acque marocchine.

Barbate il baricentro della protesta, innescata dal rifiuto del Parlamento Europeo di rinnovare un accordo con Rabat da 36 milioni di euro annui.

Timore del principale sindacato dei pescatori è che la decisione condanni a morte un intero settore, mettendo a rischio circa 700 posti di lavoro.

“Di fatto la pesca sta già morendo – dice un manifestante -. Se dovessimo perderla definitivamente non ci resterebbe che andarcene. Qui altri lavori non ce ne sono”.

“Che succederà adesso? – si chiede un’altra giovane in strada -. Abbiamo dei mutui da rimborsare, molte di noi vivono soltanto grazie allo stipendio del marito. Così ci spezzano davvero le gambe”.

Strasburgo ha motivato il mancato rinnovo, parlando di accordo troppo oneroso, dannoso per l’ambiente e potenzialmente contrario agli interessi del Sahara Occidentale. Martedì l’incontro fra il Ministro spagnolo dell’agricoltura e il Commissario europeo alla pesca.