ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: pollo a rischio per i troppi antibiotici

Lettura in corso:

Germania: pollo a rischio per i troppi antibiotici

Dimensioni di testo Aa Aa

Carne di pollo a rischio in Germania, un anno dopo lo scandalo diossina.

Secondo un’inchiesta, un pollo su due nei supermercati e nei discount potrebbe essere contaminato da batteri antibiotico-resistenti e altri agenti patogeni potenzialmente pericolosi.

All’origine, l’uso eccessivo di antibiotici negli allevamenti intensivi per la quasi totalità del pollame tedesco.

“Il pericolo è che una contaminazione sia possibile mentre le carni vengono trattate”, spiega il presidente dell’Associazione per l’Ambiente e per la protezione della Natura, Hubert Weiger, “Questo potrebbe portare a un assorbimento di germi resistenti agli antibiotici e quindi a un’esposizione e a un pericolo per la salute”.

E a pochi giorni dal giro di vite in materia annunciato dagli Stati Uniti, anche Berlino intende limitare per legge l’uso di questi farmaci: “L’inasprimento delle regole”, ha detto il portavoce del ministro per la protezione dei consumatori, Holger Eichele, “mira a ridurre l’uso degli antibiotici allo stretto necessario per il trattamento delle malattie animali e ad aumentare i controlli delle autorità locali”.

E non è evitando polli e tacchini che il consumatore tedesco potrà star tranquillo: anche il 77 per cento dei maiali e il 100 per cento dei vitelli vengono infatti trattati con antibiotici.