ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Lega araba sceglie di proseguire missione in Siria

Lettura in corso:

La Lega araba sceglie di proseguire missione in Siria

Dimensioni di testo Aa Aa

La Lega araba rinnova l’appello alle autorità siriane affinché cessino le violenze, sia da parte del regime che da parte di gruppi armati.

E’ una soluzione di compromesso quella scelta dai ministri dell’organizzazione dei paesi arabi. Riuniti al Cairo, in Egitto, si sono espresi a favore del proseguimento della missione in Siria degli osservatori, nonostante le critiche dei manifestanti siriani anti-regime.

Alcuni di loro, raccolti davanti all’hotel in cui si svolgeva la riunione, hanno denunciato come inefficace l’approccio della Lega araba: “Protestiamo per inviare un messaggio alla Lega araba: devono sapere che il tempo che stanno concedendo alle autorità siriane consente al regime di continuare a uccidere gli oppositori. La Lega araba si macchia del sangue siriano. Chiediamo che gli osservatori siano fatti rientrare e che l’incarico sia affidato alle Nazioni Unite”.

Giunti in Siria il 26 dicembre scorso, gli osservatori hanno registrato che nel paese le violenze continuano, anche se il presidente Bashar al Assad si era impegnato ad accettare il piano formulato dalla Lega araba. Quest’ultimo prevedeva l’autorizzazione di manifestazioni pacifiche e l’avvio di un dialogo con l’opposizione.

Ogni giorno, in Siria, si aggrava il bilancio delle vittime: migliaia in nove mesi di proteste. Sabato, vicino a Damasco, si sono svolti i funerali di altri sei civili uccisi.