ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tadic accolto da lanci di pietre in Kosovo dopo no a referendum

Lettura in corso:

Tadic accolto da lanci di pietre in Kosovo dopo no a referendum

Dimensioni di testo Aa Aa

Le celebrazioni per il natale ortodosso fanno riesplodere le tensioni tra Serbia e Kosovo.

Il presidente serbo Boris Tadic ha visitato il monastero kosovaro di Visoki Decani qualche giorno dopo aver definito incostituzionale la decisione del leader serbo del nord Kosovo di indire un referendum popolare, per decidere se accettare o meno l’autorità di Pristina.

La risposta dei kosovari non si è fatta attendere: alcune decine di persone hanno aspettato il convoglio di auto su cui viaggiava Tadic – scortato da ufficiali della polizia dell’Unione Europea – e lo hanno accolto con lanci di pietre.

La Serbia rifiuta di riconoscere l’indipendenza del Kosovo, che ha una popolazione al novanta per cento albanese, proclamata nel 2008. E negli ultimi sei mesi il clima si è inasprito a causa di una disputa sui controlli alle frontiere.