ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: scarpe per Wulff, in centinaia contestano il presidente

Lettura in corso:

Germania: scarpe per Wulff, in centinaia contestano il presidente

Dimensioni di testo Aa Aa

Con un gesto simbolico, preso in prestito dalle manifestazioni nel mondo arabo, a Berlino diverse centinaia di persone hanno chiesto le dimissioni del presidente tedesco Christiann Wulff.

Davanti al castello di Bellevue, residenza presidenziale, hanno brandito scarpe in segno di protesta. Il capo di Stato da diverse settimane è al centro di critiche per le pressioni esercitate su un quotidiano affinché tacesse su una sua controversa vicenda personale.

“Sembra voler rimanere fino alla fine, non capisce affatto la situazione”, dice una donna. “Se una persona non ha istinto politico, non dovrebbe essere in politica. Uno al limite può far carriera, ma non dovrebbe restare”.

In televisione Wulff ha chiesto scusa per aver telefonato alla Bild minacciando il caporedattore di ricorrere alla giustizia se il giornale avesse pubblicato la notizia di un prestito immobiliare ricevuto a tasso agevolato.

Il giornale, a metà dicembre, aveva comunque pubblicato l’articolo, svelando il prestito da 500mila euro ottenuto da Wulff da un amico imprenditore quando era alla guida del Land della Bassa Sassonia.

Sul presidente i tedeschi sono divisi: poco più della metà ritiene che debba restare e anche lui non intende lasciare la funzione, creata per garantire il rispetto dei principi democratici, tra cui la libertà di stampa.