ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Siria: gli anti-regime chiedono agli osservatori di andarsene


Siria

Siria: gli anti-regime chiedono agli osservatori di andarsene

L’esercito libero siriano annuncia un’offensiva armata contro il regime nei prossimi giorni e chiede agli osservatori della Lega Araba di andarsene riconoscendo il fallimento della missione. Questo, mentre la repressione ha fatto una decina di nuove vittime nelle ultime ore. 
 
La Lega Araba ha ammesso che “ci sono stati errori da parte degli osservatori inviati in Siria”, senza precisare quali. Lo sceicco Hamad, premier del Qatar, responsabile del gruppo di lavoro sul paese, aggiunge che sarebbe utile il sostegno tecnico dell’Onu, essendo questa la prima missione del genere per la Lega.
 
Il team è stato inviato il 26 dicembre per verificare se Damasco stia rispettando gli impegni del piano siglato con i mediatori dei paesi arabi, che include il ritiro dell’esercito dalle città e la liberazione dei prigionieri.
 
Damasco ha dichiarato a questo proposito di aver rilasciato 552 detenuti che non abbiano le mani “macchiate di sangue”.
 
Attivisti pro-democrazia a Homs hanno messo in scena una parodia della missione degli osservatori. Li accusano di mancanza di professionalità e sostengono che da quando sono arrivati si contano 390 morti.
 
La Lega Araba ascolterà domenica al Cairo il resoconto degli osservatori e deciderà se la missione continuerà.
 
  

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Bagdad: morti e feriti in attentati anti-sciiti