ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq: attentati a raffica, oltre sessanta morti

Lettura in corso:

Iraq: attentati a raffica, oltre sessanta morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Attentati a ripetizione in Iraq, con un bilancio pesantissimo, oltre sessanta morti in un solo giorno, come avvenuto il 22 dicembre. L’ultimo attacco a Nassiriya, nel sud del apese: un kamikaze si è fatto esplodere in mezzo a un gruppo di pellegrini in cammino verso la città santa di Kerbala. Si parla di quasi quaranta morti.

Due auto-bomba sono saltate in aria nel quartiere sciita di Kazimiya, dove si trova il mausoleo del settimo Imam. L’esplosione, vicino a un incrocio, ha fatto una quindicina di morti e oltre 30 feriti.

Altri due scoppi nel più grande quartiere sciita di Bagdad, Sadr City, nella periferia a nord est della capitale. L’attentatore ha parcheggiato un motorino carico di esplosivo vicino a un gruppo di operai in attesa del lavoro per la giornata. Una decina i morti. Un altro ordigno è esploso a bordo strada.

I nuovi attentati avvengono in piena crisi politica tra i blocchi sunnita e sciita. A incendiare le due fazioni, il recente allontanamento di due ministri sunniti da parte del premier sciita Nuri al-Maliki.

L’esercito iracheno è alle prese con questa nuova escalation di violenza dopo la partenza degli ultimi soldati americani il 18 dicembre.