ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tensione tra Giappone e Cina per isole contese

Lettura in corso:

Tensione tra Giappone e Cina per isole contese

Dimensioni di testo Aa Aa

Un piccolo arcipelago amministrato dal Giappone ma rivendicato dalla Cina.

Le Senkaku in giapponese, Diaoyu in mandarino, nel

Mar Cinese orientale, da anni sono al centro di una vicenda che periodicamente si ripropone. A far tornare d’attualità la questione questa volta sono stati quattro uomini politici giapponesi che martedì sono arrivati sull’isola principale anch’essa, come tutte le altre, disabitata e in cui vige per chiunque il divieto di sbarco.

Hitoshi Nakama, assessore della prefettura, a bordo del pescherecchio, spiega il gesto: “Per la mia regione di Ishigaki, per tutto il Giappone, per il mondo, voglio con il nuovo anno che l’attenzione si focalizzi sul problema delle Senkaku”.

I quattro sono stati fermati dai guardacoste giapponesi, mentre Pechino non cede. Così Hong Lei, portavoce del ministero degli Esteri cinese:

“Voglio ribadire che le isole Diaoyu hanno sempre fatto parte della Cina sin dall’antichità e la Cina ha una sovranità indiscutibile su di esse”.

Le acque pescose dell’arcipelago e i fondali ricchi di idrocarburi sono il motivo di tanto interesse. Intanto attivisti di Taiwan sono pronti a partire da Hong Kong. Anche loro rivendicano le isole.