ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Confermata in appello condanna per inquinamento a Chevron

Lettura in corso:

Confermata in appello condanna per inquinamento a Chevron

Dimensioni di testo Aa Aa

La partita non è ancora chiusa, ma l’industria petrolifera trema alla conferma della condanna inflitta a Chevron a pagare i danni per inquinamento nell’Amazzonia ecuadoriana. I giudici dell’Ecuador hanno confermato in appello la pena inflitta al colosso petrolifero – il secondo degli Stati Uniti – che potrebbe arrivare a dover sborsare fino a quasi 20 miliardi di dollari.

Responsabile del danno arrecato all’ambiente e agli indigeni è la Texaco, acquisita da Chevron nel 2001. Chrevon – che parla di frode, di pronunciamento illegittimo, e accusa la giustizia dell’Ecuador di corruzione e politicizzazione – si è già rivolta ad arbitri internazionali.

La saga giudiziaria durata quasi vent’anni potrebbe dunque protrarsi ancora a lungo, ma i giganti petroliferi temono comunque un precedente per altri importanti casi a rischio.