ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso Lawrence: giustizia 18 anni dopo

Lettura in corso:

Caso Lawrence: giustizia 18 anni dopo

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono stati condannati a 14 e 15 anni di carcere gli assassini di Stephen Lawrence, il diciottenne londinese di colore ucciso nel ’93 da una banda di bianchi razzisti.

Gary Dobson, 36 anni e David Norris, 35, sono stati i primi a essere giudicati colpevoli dalla Corte d’assise della capitale britannica. All’epoca dei fatti erano minorenni.

Lawrence è stato accoltellato a una fermata dell’autobus a sud di Londra. Il suo caso ha assunto una dimensione politica e sociale, divenendo sinonimo della difficoltà per i neri di ottenere giustizia. I genitori di Stephen si sono battuti dal ’93 contro l’inefficienza del sistema.

“Le sentenze sono abbastanza lievi, ma allo stesso tempo il giudice aveva le mani legate, vista l’età al momento dei fatti, quindi gli sono grata per quello che ha potuto fare”.

Un’inchiesta seguita alla morte di Stephen definì il dipartimento di polizia londinese “istituzionalmente razzista”. Da allora, numerose leggi sono state approvate per migliorare la giustizia. Ma ancora si indaga per trovare il resto della banda che uccise Lawrence:

“Gli altri responsabili della morte di Lawrence non dormiranno sonni tranquilli perché stiamo ancora investigando”-ha dichiarato la polizia.

Il caso Lawrence ha portato alla trasformazione di Scotland Yard, nel reclutamento, nell’addestramento e nelle pratiche per eliminare la discriminazione e promuovere l’uguaglianza razziale.