ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare: servono miliardi per la messa in sicurezza delle centrali francesi

Lettura in corso:

Nucleare: servono miliardi per la messa in sicurezza delle centrali francesi

Dimensioni di testo Aa Aa

C‘è bisogno di investimenti di decine di miliardi di euro per mettere in sicurezza le strutture nucleari francesi.

Il rapporto, pubblicato dall’Autorità per la Sicurezza Nucleare d’oltralpe, stabilisce che sarà necessario formare e assumere centinaia di persone per mettere a norma i 79 impianti nucleari del paese, tra cui 58 reattori.

Il disastro giapponese di Fukushima ha portato all’introduzione di misure supplementari per far fronte a “situazioni estreme”. Nessun sito necessita di chiusura immediata. Neanche Fessenheim, nell’Alto Reno, la centrale più “anziana”, costruita nel 1978, sulla cui sorte si apre comunque il dibattito.

La società elettrica statale Edf, che gestisce le centrali, dovrà installare un’alimentazione d’acqua d’ultimo soccorso e una protezione delle risorse idriche sotterranee e superficiali in caso di incidente grave.

Il nucleare francese assicura i tre quarti della produzione elettrica nazionale, la percentuale nazionale più elevata al mondo.