ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iowa, la parola agli elettori repubblicani

Lettura in corso:

Iowa, la parola agli elettori repubblicani

Dimensioni di testo Aa Aa

Ultime ore di campagna elettorale, in Iowa, prima dei caucuses, le 1700 riunioni di quartiere che voteranno per il candidato repubblicano alla Casa Bianca. Sarà notte in Europa quando i cittadini dell’importante stato agricolo si pronunceranno.

Il governatore del Massachussetts Mitt Romney è sicuro di vincere. Tanto che durante i suoi discorsi non ha nemmeno accennato ai rivali delle primarie, continuando a criticare solo Barack Obama.

Segue nei sondaggi Ron Paul, il più anziano dei candidati con i suoi 76 anni. Il deputato texano promette la fine degli interventi militari americani all’estero e anche l’abolizione della Federal Reserve.

La vera sorpresa potrebbe venire da Rick Santorum, il conservatore ex senatore della Pennsylvania il cui gradimento tra i potenziali elettori è salito di molto negli ultimi giorni.

Michele Bachmann, deputata del Minnesota, completa la rosa dei principali candidati repubblicani. Una rosa forse troppo ricca e variegata.

“Il Partito – dice il corrispondente della Abc Aaron Katersky – è diviso: ci sono i conservatori sociali, i conservatori culturali, i conservatori fiscali. Non c‘è un solo candidato unificante che sembra emergere come colui che possa riunire tutti sotto lo stesso ombrello e guidare l’elettorato repubblicano nella campagna contro Barack Obama”.

Il presidente è appena rientrato con la famiglia dalle vacanze di Natale alle Hawaii e si prepara a iniziare un lungo viaggio elettorale in tutto il Paese.