ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Economie mondiali in gara per collocare titoli di stato

Lettura in corso:

Economie mondiali in gara per collocare titoli di stato

Dimensioni di testo Aa Aa

Il 2012 promette di essere l’anno della sfida tra le principali economie mondiali per collocare titoli di stato in scadenza: a livello globale, giungono a maturazione bond per oltre settemila miliardi e mezzo di euro.

Molti paesi si troveranno a pagare interessi più elevati per rifinanziarsi: a cominciare dagli Stati Uniti, che a fine 2011 hanno perso la Tripla A.

La corsa all’asta vede in testa il Giappone, con 2.300 miliardi di euro, seguito dagli Stati Uniti, con 2.100 miliardi. Al terzo posto l’Italia, con 330 miliardi di titoli in scadenza, poi la Francia, 282 miliardi, e infine la Germania, 219 miliardi di euro.

Francois Chaulet, analista di Montsegur Finance, sostiene che i problemi con cui comincia il 2012 nascono da quelli del 2011: vale a dire, la difficoltà degli stati europei ad abbattere il debito e a rimettere in moto l’economia. “La congiuntura non è particolarmente buona – dice – e continuerà a non esserlo nel primo trimestre”.

L’anno non si apre all’insegna dell’ottimismo, anche perché i rendimenti dei titoli di stato tedeschi hanno chiuso il 2011 sui minimi storici: gli investitori, insomma, non sono propensi a rischiare. A pagarne le spese sono i paesi con l’indebitamento più elevato. Le banche centrali fanno quello che possono per stimolare la domanda, ma, senza crescita, le misure adottate finora potrebbero essere insufficenti.