ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il 2012 del Portogallo inizia in sciopero, fermi i treni

Lettura in corso:

Il 2012 del Portogallo inizia in sciopero, fermi i treni

Dimensioni di testo Aa Aa

Le ferrovie portoghesi salutano il 2012 così come avevano chiuso l’anno precedente: in sciopero.

Ad incrociare le braccia sono i macchinisti per protestare contro le procedure disciplinari che hanno colpito 200 colleghi, rei di non aver rispettato il servizio minimo durante una precedente astensione dal lavoro.

“Con queste politiche le cose non andranno meglio – sostiene un pendolare – I lavoratori hanno il diritoo di protestare è una lotta per i diritti civili”.

“Non approvo lo sciopero – è il parere di un’anziana signora di Lisbona – Paghiamo un abbonamento per il trasporto pubblico, penso sia sbagliato lasciare bloccare la gente per così tanto tempo, quando si paga tanto denaro ogni mese”.

Sono stati garantiti i servizi minimi, circa il 20% dei collegamenti nazionali. Lo sciopero di quattro giorni peserà non poco sulle già precarie finanze delle ferrovie portoghesi che nel 2011 hanno registrato perdite per otto milioni di euro.