ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, Papademos "determinati contro fallimento"

Lettura in corso:

Grecia, Papademos "determinati contro fallimento"

Dimensioni di testo Aa Aa

I fuochi d’artificio salutano il 2012 ad Atene, ma in Grecia c‘è poco da festeggiare. Musei chiusi per sciopero, giornali che falliscono, l’allarme sul debito sono solo le ultime cattive notizie di un 2011 nero.

“Se ne va un anno molto difficile – ha detto in un discorso tv il primo ministro Lucas Papademos -Dobbiamo proseguire con determinazione lo sforzo per restare nell’euro e perché la crisi non conduca a un fallimento disordinato e catastrofico”.

Per il governatore della Banca di Grecia un eventuale ritorno alla dracma spingerebbe il paese verso l’inferno. Nel frattempo però chiude il secondo quotidiano del Paese.

“La situazione per i greci è pessima, tutti sono in affanno, indignati – dice un pensionato – in uno stato di depressione e solo dio potrebbe aiutarci a sistemare le cose”.

“Quest’anno sarà peggiore del 2011, ma toccheremo il fondo, non si può andare peggio – sostiene un pensionato – Sarà un anno molto difficile e bisognerà resistere, ma chi ce la farà a resistere”.

I creditori del fondo monetario internazionale, intanto mettono in guardia: la Grecia potrebbe non essere in grado di ridurre il proprio debito a livelli sostenibili.