ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia: rivolta curda dopo strage di civili

Lettura in corso:

Turchia: rivolta curda dopo strage di civili

Dimensioni di testo Aa Aa

In Turchia si riaccende l’insofferenza della minoranza curda verso il governo di Ankara. Il governatore della regione di Uledere, Naif Yavuz, ha rischiato il linciaggio nel villaggio di Gulyazi, nel sudest del Paese.

Proveniva da qui la maggior parte dei 35 civili curdi – scambiati per terroristi – uccisi giovedì da un attacco aereo al confine iracheno.

Un errore che rischia di innescare una nuova escalation di violenza. Non sembrano infatti aver placato gli animi né le scuse dell’esercito né quelle del premier turco Tayyep Erdogan, che si è detto dispiaciuto per l’accaduto, mentre gli attivisti per i diritti civili reclamano un’inchiesta sotto guida Onu per accertare le responsabilità della strage.

Il pkk, il partito che lotta per l’indipendenza curda, intanto incita alla rivolta. Appello raccolto da un centinaio di maniffestanti a Diyarbakir che hanno preso d’assalto i mezzi e gli uomini delle forze dell’ordine. La polizia ha risposto con i cannoni ad acqua e gas lacrimogeni.