ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: gli osservatori della Lega araba non fermano le violenze

Lettura in corso:

Siria: gli osservatori della Lega araba non fermano le violenze

Dimensioni di testo Aa Aa

Il regime di Damasco non cede. Giovedì sono state almeno 34 le persone uccise dai militari fedeli a Bashar al Assad. Le cifre, fornite come sempre dai comitati degli attivisti, sono testimoniate dai filmati amatoriali, gli unici che riescono a filtrare dalla Siria.

Una violenza che prosegue nonostante la presenza degli osservatori della Lega Araba e la missione non sembra dare alcun frutto vista la repressione ininterrotta del presidente. Una delegazione ha anche assistito alle esequie di un bambino di soli cinque anni rimasto ucciso negli scontri, mentre altre hanno ascoltato le proteste degli abitanti dei vari quartieri.

A Damasco intanto sarebbero scesi in piazza in serata migliaia di oppositori del regime. La protesta, organizzata nella capitale così come in altre città del Paese, fa parte dell’iniziativa di disobbedienza civile iniziata due settimane fa che prevede cortei ma anche negozi chiusi e blocco delle strade.