ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Mare di fuoco su Seul". Kim Jong-un detta la linea

Lettura in corso:

"Mare di fuoco su Seul". Kim Jong-un detta la linea

Dimensioni di testo Aa Aa

Nessuna inversione di rotta e nessun dialogo con Seul. All’indomani della sua nomina a leader supremo Kim Jong-un conferma che la Corea del Nord del futuro sarà nel segno della tradizione.

Fedeltà a esercito, padre e Partito la linea che emerge dal comunicato che la Commissione nazionale della difesa ha affidato alla tv di Stato.

Un messaggio enfatico e dalla retorica bellicista, rivolto agli “stupidi responsabili politici mondiali” e ai “fantocci della Corea del Sud”, con cui Pyongyang ha fra l’altro minacciato di trasformare “le lacrime in un mare di fuoco che si abbatterà su Seul”.

Tra i principali rimproveri ai vicini del Sud, quelli di aver vietato le visite di condoglianze in occasione delle esequie di Kim Jong-il e di aver affidato a una decina di palloncini giganti, liberati a ridosso del confine, messaggi sovversivi diretti ai cittadini del Nord.