ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Celebrati i funerali delle vittime del raid turco

Lettura in corso:

Celebrati i funerali delle vittime del raid turco

Dimensioni di testo Aa Aa

In migliaia hanno accompagnato il corteo funebre delle 35 vittime civili del raid aereo di giovedì nel sud est della Turchia. La strage ha inasprito le tensioni tra il governo di Ankara e la minoranza curda, tanto più che è stata frutto di un errore militare: 35 contrabbandieri di sigarette scambiati per ribelli del PKK, il Partito dei lavoratori del Kurdistan.

Ai funerali, la folla ha scandito slogan contro il premier Erdogan, definito assassino. A nulla sono servite le sue scuse ufficiali, seguite da quelle del capo dello stato: “Tutte le informazioni in nostro possesso indicano che le vittime sono civili e per questo noi tutti, civili e militari, siamo estremamente dispiaciuti”, ha affermato il presidente Gul.

Giovedì, migliaia di curdi sono scesi in piazza a Istanbul e in altre città del sud-est per contestare il governo, e non sono mancati scontri con le forze dell’ordine. Diversi attivisti per i diritti civili reclamano un’inchiesta sotto la guida dell’Onu per accertare le responsabilità della strage.