ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bosnia: da ArcelorMittal emissioni di diossido di Zolfo

Lettura in corso:

Bosnia: da ArcelorMittal emissioni di diossido di Zolfo

Dimensioni di testo Aa Aa

Allarme inquinamento a Zenica, in Bosnia. Le autorità locali hanno invitato la popolazione a rimanere chiusa in casa. Il diossido di zolfo presente nell’aria avrebbe superato di tre volte i limiti imposti dall’Unione europea. Responsabile delle emissioni nocive l’acciaieria ArcelorMittal.

“Per tre giorni di seguito – racconta Muhamed Pasic – ufficiale del Comune – i dati della nostra stazione che misura la qualità dell’aria a Zenica hanno mostrato che la concentrazione di diossido di zolfo nell’aria è di 400 microgrammi per metro cubo”.

Al colosso dell’acciaio è stato chiesto, inutilmente, di prendere misure per ridurre le emissioni della sostanza chimica.

“Più volte – ribadisce Samir Lemes, dell’Eco Forum di Zenica – abbiamo chiesto loro quanto investono nella protezione dell’ambiente. Erano legati da un contratto che prevedeva un investimento da 100 milioni di dollari ma ne hanno investiti solo 22”.

Il diossido di zolfo è un inquinante che moltiplica smog e piogge acide e causa difficoltà respiratorie. Tre quarti della SO2 emessa arriva dall’impianto alimentato a carbone.